NewsMark - caldaia

Sei alle prese con una ristrutturazione o con una prima casa? Ripensare il proprio riscaldamento di casa e delle acque è un passaggio delicato, per farlo dobbiamo conoscere ogni aspetto di uno strumento fondamentale: la caldaia.

La caldaia è l’apparecchio che effettua il passaggio di calore, attraverso la combustione, in un impianto di riscaldamento. Sarà sempre la caldaia a distribuirlo opportunamente in tutti gli ambienti.

Esistono però in commercio diverse tipologie di caldaia. Orientarsi in questo fitto catalogo può sembrare difficile. Questa breve guida ti sarà utile quando contatterai una ditta specializzata nell’installazione di caldaie.

Tipi di caldaie in commercio.

Vediamo insieme un elenco delle tipologie di caldaie disponibili in commercio. Potrai scegliere, con l’aiuto di un esperto caldaista di riparazioni-idraulico-milano.it, il modello più adatto a te:

  • caldaie a pompa di calore
  • caldaie e impianto solare termico
  • caldaie a gas metano, gasolio, gpl
  • caldaie a biomassa
  • caldaie a legna
  • caldaie a pellet
  • caldaie a condensazione

Caldaie a pompa di calore.

Le caldaie a pompa di calore sono tra le più moderne ed efficienti tecnologie nel campo. Consentono un ottimo risparmio in bolletta e si possono trovare sia murali compatte, a pavimento, che con split esterno integrabili con impianti solari.

Le caldaie a pompa di calore funzionano utilizzando un fluido frigorigeno che, mediante cambiamenti di stato e cicli di compressione ed espansione, preleva il calore dell’aria e lo cede all’acqua sanitaria.

Caldaie a impianto solare termico.

Le caldaie integrate ai pannelli solari termici sono quelle collegate, attraverso un termoregolatore, all’ impianto solare termico. In questo senso è possibile collegare caldaie diverse: dalle tradizionali a quelle a condensazione o a pompa di calore.

Caldaie a gas metano, gasolio, GPL.

Le caldaie a gas possono essere, in genere, alimentate anche a metano, gasolio o GPL. Sono tra le più economiche e quelle a gas metano risultano anche le più diffuse. Il metano, infatti, è meglio distribuito sul territorio nazionale rispetto ad altri combustibili.

Il metano passa attraverso i condotti del gas in forma liquida, rigassificato dai rigassificatori e poi bruciato, in modo da generare calore.

Caldaie a Biomassa.

Le caldaie a biomassa funzionano attraverso la combustione della biomassa, ovvero trucioli di legno. La reperibilità a basso costo della materia prima le rende assai vantaggiose.

Di contro, con caldaie a biomassa è strettamente consigliabile disporre anche di un rilevatore di monossido di carbonio. Non tutta la biomassa, infatti, riesce ad essere bruciata e il gas prodotto può essere pericoloso. Si tratta dello stesso principio di funzionamento delle caldaie a pellet e a legna.

Caldaie a Condensazione.

Se cerchi una caldaia ad alta efficienza energetica, la tua scelta ricadrà molto probabilmente su una caldaia a condensazione. Si tratta di una apparecchiatura ad acqua calda nella quale avviene una condensazione del vapore acqueo dei fumi di scarico. Riuscirai così a recuperare il calore latente di condensazione migliorando l’efficienza energetica.

Tipi di caldaie, come scegliere?

Questo breve elenco di tipologie di caldaie ti serve per avere un’idea complessiva per il riscaldamento domestico e la produzione di acqua calda.

Per scegliere la tipologia più adatta alle tue esigenze è bene affidarsi ad un esperto idraulico caldaista o a ditte specializzate nell’installazione di caldaie. Sarà la loro professionalità ad assicurarti, infatti, la soluzione migliore per le tue esigenze, il tuo contesto abitativo e i tuoi consumi.